Green Park

Con la tradizionale posa della frasca e la cena delle maestranze si è conclusa ieri la prima fase dei lavori di costruzione della nuova Rsa presso Green Park, il parco della salute. “La conclusione del tetto è perfettamente in linea con i tempi che ci eravamo dati. Confermiamo la volontà di inaugurare il 22 dicembre” ha commentato il presidente di gruppo Mantova Salus, Guerrino Nicchio, di cui la struttura fa parte. tavolata tetto rsa

L’occasione è stata utile anche per presentare alcune delle peculiarità della nuova struttura che con i suoi 240 posti letto sarà tra le più grandi della Lombardia. “Non sarà solo la più grande ma anche una delle più avanzate – spiega Michele Nicchio, direttore operativo di GMS – una residenza polifunzionale, con reparti riservati a determinate patologie: Alzheimer, Sla, stati vegetativi e recupero e riabilitazione funzionale post acuti. Insomma una Rsa di secondo livello che dia risposte non solo a livello assistenziale ma anche sanitario, potendo contare anche sullo stretto collegamento con gli ospedali e le altre strutture del gruppo. In vista dell’apertura stiamo organizzato anche un ciclo di convegni su queste patologie, con i massimi esperti italiani, che si terranno a partire da settembre”.

L’impatto sul territorio non sarà solo in termini sanitari, ma anche occupazionali, con circa 200 assunzioni previste. A tal proposito, il gruppo Mantova Salus ha attivato anche un ente di formazione interno: “Mensalus – spiega Anna Nicchio, amministratore delegato di Mensalus - si occuperà sia della prima formazione dei nuovi assunti che della formazione continua degli operatori sanitari del gruppo.